Bomboniere artigianali per ogni evento speciale.

Scatola con Coccinelle, Portamatite e Penna assortito

Le bomboniere erano già utilizzate fin dall’antichità.
La funzione era augurale, talvolta come portafortuna, in altri casi chiaramente connessa all’evento nuziale.
I Fenici le realizzavano in vetro, i Cinesi in porcellana, gli Assiri in peltro. Con il passare del tempo furono costruite in pietra, cuoio, legno intagliato, ottone, oro, argento e altri materiali fino ad arrivare alla bomboniera moderna che nasce alla fine del 1700.
Le origini francesi di questa parola “bombonniere” risalgono al XVIII secolo, quando si diffuse l’usanza di farne dono come piccolo contenitore di dolci: i bonbon.
In Italia già nel XV secolo, in occasione del fidanzamento, i futuri sposi e le loro famiglie si scambiavano preziosi cofanetti porta confetti.
In Inghilterra invece, è noto quanto già nel XVI secolo fossero apprezzate le sweet meat box realizzate in materiali preziosi: argento dorato, talvolta oro con cristalli o pietre preziose.
Per il capodanno del 1574, ad esempio, la Regina Elisabetta I ricevette in dono un certo numero di bomboniere come augurio per il nuovo anno.
Ben lontano dall’essere un inutile oggetto di ricordo, la storia ha conferito alla bomboniera l’identità di un legame d’amore che, unitamente all’abilità artistica, è giunta nei secoli intatta ai giorni nostri.